Contenuto principale

Messaggio di avviso

11 giugno 2021 - Da lunedì 14 giugno la Lombardia "zona bianca". 

_____________________________________________________________


Vaccinazioni
     Covid-19: dati epidemiologici aggiornati     Call center Covid ATS Brianza  


22 ottobre 2021 - Ministero della Salute: Ordinanza di proroga al 15 dicembre delle misure di ingresso in Italia da Paesi terzi, a fini di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19

14 ottobre 2021 - Le risposte alle domande frequenti (faq) sui Dpcm riguardanti il green pass in ambito lavorativo

12 ottobre 2021 - Sistemi di verifica automatizzati del green pass nelle organizzazioni di lavoro pubbliche e private (Dpcm)

11 ottobre 2021 - Linee guida per le pubbliche amministrazioni sull'obbligo di green pass del personale (Dpcm)

8 ottobre 2021 - Ministero della Salute: "Alla luce delle ultime deliberazioni di EMA via libera alla terza dose (booster) di vaccino per i fragili di ogni età e per tutti gli over 60 sempre dopo almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione".
Circolare "Aggiornamento delle indicazioni sulla somministrazione di dosi addizionali e di dosi "booster" nell'ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19".

___________

7 ottobre 2021 - Consiglio dei Ministri: Decreto capienze
Disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali (decreto-legge 8 ottobre 2021 n. 139) - 

Sintesi delle Le nuove disposizioni, che entrano in vigore lunedì 11 ottobre 2021:

Spettacoli e Cultura

Teatri, cinema, concerti
In zona bianca, per gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all'aperto, la capienza consentita è del 100 per cento di quella massima autorizzata sia all’aperto che al chiuso.
Inoltre l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

Musei
Nelle strutture museali è stata eliminata la distanza interpersonale di un metro.

Sport
Pubblico a eventi e competizioni sportive
La capienza consentita non può essere superiore al 75 per cento di quella massima autorizzata all'aperto e al 60 per cento al chiuso.

Discoteche
La capienza nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati non può essere superiore al 75 per cento di quella massima autorizzata all'aperto e al 50 per cento al chiuso.
Nei locali al chiuso deve essere garantita la presenza di impianti di aerazione senza ricircolo dell’aria.

Sanzioni
In caso di violazione delle regole su capienza e green pass nei settori di spettacoli, eventi sportivi e discoteche, la chiusura si applica dalla seconda violazione.

___________

2 ottobre 2021 - Ministero della Salute - Circolare "Intervallo temporale tra la somministrazione dei vaccini anti-SARS-CoV-2/Covid-19 e altri vaccini"

___________

27 settembre 2021 - Circolare Ministero della Salute: avvio della somministrazione di dosi “booster” nell’ambito della campagna di vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19
a soggetti di età ≥ 80; personale e ospiti dei presidi residenziali per anziani; esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario a partire dai soggetti di età ≥60 anni o con patologia concomitante tale da renderli vulnerabili a forme di Covid-19 grave o con elevato livello di esposizione all’infezione.

___________

20 settembre 2021 - Dose aggiuntiva del vaccino anti Covid-19

16 settembre 20201 - Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n.36 Decreto-legge Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde Covid-19 e il rafforzamento del sistema di screening. - 
Decreto legge n. 127 del 21 settembre 2021

Sintesi

Green pass obbligatorio per lavoratori pubblici e privati
Dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 green pass obbligatorio per l’accesso a tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati, anche per i lavoratori esterni all’amministrazione o all’azienda e per i volontari.

Niente obbligo green pass per soggetti esenti da vaccinazione
L’obbligo di green pass non si applica ai soggetti esenti dalla vaccinazione anti Covid-19 sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Sanzioni
Il dipendente della Pa che risulta privo di green pass è considerato assente ingiustificato e dal quinto giorno di assenza è sospeso dal rapporto di lavoro fino a quando non si mette in regola con la certificazione.
Nel privato invece il lavoratore è sospeso dalla prestazione lavorativa fin dal primo giorno di mancata esibizione del green pass.
In entrambi i casi si ha diritto alla conservazione del posto di lavoro.
Nei casi di assenza ingiustificata e di sospensione non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento.

Tamponi a prezzo calmierato
Proroga fino al 31 dicembre dell’applicazione di prezzi calmierati per i tamponi e obbligo per le farmacie di praticare prezzi calmierati. Il costo fino al 31 dicembre sarà di 8 euro per i minorenni, di 15 euro per i maggiorenni.
Tamponi gratis per i cittadini con disabilità o in condizione di fragilità che non possono effettuare la vaccinazione a causa di patologie certificate, e per i soggetti esenti dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica.

Niente attesa di 15 giorni dopo vaccino per chi è stato infetto
Chi ha avuto in precedenza l’infezione da Covid-19 non dovrà attendere il 15esimo giorno successivo alla vaccinazione per la validità del green pass, che sarà disponibile dalla data stessa della prima somministrazione.

_____________

14 settembre 2021 - Circolare Ministero della Salute: Indicazioni preliminari sulla somministrazione di dosi addizionali e di dosi “booster” nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19ndicazioni preliminari sulla somministrazione di dosi addizionali e di dosi “booster” nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19.

_____________

10 settembre 2021 - Decreto legge n. 122

_____________

9 settembre 2021 - Comunicato stampa Consiglio dei Ministri: Covid-19, Estensione dell'obbligatorietà del green pass
Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale (decreto-legge)

Sintesi decreto-legge

Obbligo green pass per dipendenti ed esterni di scuola e università
• Chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19.
• L’obbligo non si applica ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale, ai bambini, agli alunni e agli studenti, ai frequentanti i sistemi regionali di formazione, ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori.
• I controlli spettano ai dirigenti scolastici e nel caso di personale esterno alle scuole, anche ai rispettivi datori di lavoro.

Obbligo vaccino per personale Rsa
Dal 10 ottobre 2021 obbligo vaccinale per tutti i soggetti anche esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture Rsa, ad eccezione dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica.

Sanzioni da 400 a 1000 euro per chi è senza green pass e chi non controlla
• Il personale che lavora in ambito scolastico, universitario e delle Rsa che verrà trovato a seguito dei controlli senza il green pass sarà punito con una sanzione che va da 400 a mille euro.
• La sanzione sarà applicata sia ai lavoratori che non avranno la certificazione, sia ai dirigenti e ai datori di lavoro ai quali sono demandati i controlli.


9 settembre 2021 - Parere della Commissione Tecnico Scientifica dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) sulla somministrazione di dosi aggiuntive di vaccini contro il Covid-19

9 settembre 2021 - Ministero della salute, Circolare n. 0040711: Chiarimenti sulla vaccinazione anti Covid-19 in chi ha contratto un’infezione da SARS-CoV-2 successivamente alla somministrazione della prima dose del vaccino.

______________

7 settembre 2021 - Vaccinazioni anti-Covid per le donne in gravidanza o in fase di allattamento
______________

14 agosto 2021 - Nota tecnica del Ministero dell'istruzione inviata alle scuole sul decreto legge n. 105 e sull'attuazione del green pass (.pdf - 406 KB)

14 agosto 2021 - Protocollo d'intesa fra Ministero dell’Istruzione e Organizzazioni sindacali per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/2022 nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19.

______________

11 agosto 2021 - Ministero della Salute, Circolare Aggiornamento sulle misure di quarantena e di isolamento raccomandate alla luce della circolazione delle nuove varianti SARS-CoV-2 in Italia ed in particolare della diffusione della variante Delta

11 agosto 2021 - pdf Circolare della Prefettura di Lecco sulla verifica certificazioni verdi (465 KB)  (.pdf cartaceo)

10 agosto 2021 - Circolare del Ministero dell'Interno sulla verifica della certificazione verde 

____________

5 agosto 2021 - Decreto legge n. 111 "Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, in materia di università e dei trasportinovità Il testo in Gazzetta ufficiale

Comunicato stampa:

Scuola e Università
Nell’anno scolastico 2021/2022, l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza. La misura è derogabile esclusivamente in singole istituzioni scolastiche o in quelle presenti in specifiche aree territoriali e con provvedimenti dei Presidenti delle Regioni, delle province autonome di Trento e Bolzano e dei sindaci, adottabili nelle zone arancioni e rosse e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti.

In linea con l’avviso del Comitato tecnico-scientifico, in tutte le istituzioni del sistema nazionale di istruzione sono adottate alcune misure di sicurezza minime:

- è fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai sei anni, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, per i soggetti impegnati nelle attività sportive. Le linee guida possono derogare all’obbligo di mascherina se alle attività partecipano solo studenti vaccinati o guariti;
- è vietato accedere o permanere nei locali scolastici ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea oltre i 37,5°.
- Tutto il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari (che potranno essere sottoposti a controlli a campione) devono possedere il green pass. Il mancato rispetto del requisito è considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso.

- Si prevede inoltre una maggiore tutela legale per il personale scolastico e universitario a condizione che rispetti le norme del decreto e le misure stabilite dalle linee guida e dai protocolli.

- Le Università possono derogare alle misure solo per le attività a cui partecipino solo studenti vaccinati o guariti.

- Il Commissario straordinario organizzerà e realizzerà un piano di screening della popolazione scolastica.

Trasporti
Sempre a decorrere dal primo settembre prossimo, si introducono nuove norme per l’accesso e l’utilizzo ai mezzi di trasporto. In questo caso il criterio guida è la distinzione tra trasporti di medio-lunga percorrenza e trasporto pubblico a breve percorrenza, ad eccezione degli aerei per i quali non si prevede alcuna differenziazione.

In base a questa suddivisione sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Green Pass l’accesso e l’utilizzo dei seguenti mezzi di trasporto:

- aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
- navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;
- treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
- autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
- autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.
L’utilizzo degli altri mezzi di trasporto può avvenire anche senza green pass, fatta salva l’osservanza delle misure anti contagio.

L’obbligo di green pass non si applica ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e alle persone che, per motivi di salute e in base alle indicazioni del CTS, non possono vaccinarsi.

Eventi sportivi
Per questa categoria, per gli eventi all’aperto, è possibile prevedere modalità di assegnazione dei posti alternative al distanziamento interpersonale di almeno un metro; per gli eventi al chiuso, il limite di capienza già previsto è innalzato al 35%.

San Marino
Per i soggetti residenti nella Repubblica di San Marino, già sottoposti a un ciclo vaccinale, non si applicano le disposizioni relative al Green Pass fino al 15 ottobre. Per questa categoria sarà adottata una circolare che disciplinerà un nuovo percorso vaccinale compatibile in coerenza con le indicazioni dell’Agenzia Europea per i medicinali.

Altre norme
Infine, il decreto prevede la proroga del contingente impegnato nelle operazioni Strade Sicure impegnato in compiti di contenimento di diffusione del virus; sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi e degli effetti degli atti amministrativi pendenti dal primo agosto al 15 settembre 2021 gestiti dalla Regione Lazio in seguito all’attacco subito ai sistemi informatici.

___________

29 luglio 2021 - Ordinanza del Ministro della Salute: Proroga misure di prevenzione anti Covid per l'ingresso in Italia

22 luglio 2021 - "Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche" (decreto-legge): comunicato stampa del Governo    -    testo del decreto legge n. 105   -  nota illustrativa di Anci (Associazione nazionale comuni italiani) - Testo coordinato con legge 16 settembre 2021 n. 126

Sintesi del provvedimento

Green pass obbligatorio
Green pass con una dose di vaccino, con tampone negativo entro le 48 ore o con certificazione di fine malattia nei 6 mesi precedenti, per accedere a:

• Bar e ristoranti se la consumazione avverrà all’interno del locale. Non all’aperto  né al bancone
• Spettacoli all’aperto, eventi e competizioni sportive
• Fiere, congressi, sagre
• Centri termali e parchi tematici e di divertimento
• Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
• Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
• Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso 
e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
• Concorsi pubblici
• Sale gioco, sale scommesse bingo e casinò.

Nuovi parametri rischio Covid
Criteri di valutazione del livello di rischio basati sulla percentuale dei posti letto occupati e delle terapie intensive:
• 10% terapie intensive, 15% ospedalizzazioni per la zona gialla;
• 20% terapie intensive e30% ospedalizzazioni per la zona arancione;
• 30% terapie intensive e 40% ospedalizzazioni per la zona rossa.

Stato di emergenza
Proroga dello stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021.

Le misure valide in Lombardia



15 luglio 2021 - Vaccinazione anti Covid-19 del personale scolastico senza prenotazione 

10 luglio 2021 - Vaccinazione anti Covid-19 per over 60 senza prenotazione

9 luglio 2021 - Nota del Ministero della Salute "Allerta internazionale variante Delta: incremento dei casi COVID-19 in diversi Paesi EuropeiEuropei"

28 giugno 2021 - Vaccinazione anti Covid per senza fissa dimora

25 giugno 2021 - A seguito dell'Ordinanza del Ministro della Salute riguardante la Valle d'Aosta, da lunedì 28 giugno tutte le Regioni e le Provincie autonome sono in "zona bianca".
 
22 giugno 2021 - Come stabilisce l’Ordinanza del Ministro della Salute del 22 giugno 2021, decade l’obbligo, da lunedì 28 giugno, di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie negli spazi all’aperto.
L’uso della mascherina resta obbligatorio quando non può essere garantito il distanziamento minimo interpersonale, nel caso di assembramenti o affollamenti, negli spazi all’aperto delle strutture sanitarie e in presenza di persone immunodepresse. 
Rimane inoltre obbligatorio indossare la mascherina in tutti i luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione: quindi è necessario portarle con sé.
In generale, bisogna mantenere ancora la massima cautela... con comportamenti responsabili.

 
17 giugno 2021 - Firmato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sul Green pass  -  Sito dedicato al Green pass  -  Aggiornamenti  

11 giugno 2021 - In base all’Ordinanza del Ministro della Salute 11 giugno 2021, alla luce dei dati sull’epidemia e sull’andamento della campagna di vaccinazione, da lunedì 14 giugno la Lombardia è in “zona bianca”.

Inoltre, l'Ordinanza regionale 11 giugno 2021 n. 779 anticipa al 14 giugno 2021 le date di riapertura, rispetto a quelle previste dal decreto-legge n. 52/2021 e dal decreto-legge n. 65/2021, per le seguenti attività:

- parchi tematici e di divertimento, anche temporanei (attività di spettacolo viaggiante, parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie);
- piscine e centri natatori in impianti coperti;
- centri benessere e termali;
- feste private anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso;
- attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, anche al chiuso;
- fiere (comprese sagre e fiere locali), grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni;
- eventi sportivi aperti al pubblico, diversi da quelli di cui all’articolo 5 del decreto-legge n. 52/2021, che si svolgono al chiuso;
- sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò;
- centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
- corsi di formazione.

> Tutte le misure valide in Lombardia dal 14 giugno 2021   -   FAQ


9 giugno 2021 - Decreto legge n. 80 "Reclutamento"


28 maggio 2021 - Decreto legge Semplificazioni: Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di snellimento delle procedure   -   comunicato stampa   -  slide   -   Il provvedimento sulla Gazzetta uffciiale 

28 maggio 2021 - Aggiornamento Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali (.pdf - 585 KB)

25 maggio 2021 - Decreto legge n. 73  -  sintesi del provvedimento per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali

21 maggio 2021 - Linee guida per la gestione in sicurezza di attività educative non formali e informali, e ricreative, volte al benessere dei minori durante l'emergenza COVID-19 (ordinanza Ministeri della Famiglia e della Salute)

21 maggio 2021 > Global Health Summit    Carta di Roma (.pdf - 302 KB)

18 maggio 2021 - Decreto legge n. 65  -  Principali novità:

  • dal 18 maggio, liduzione di un’ora del divieto di effettuare spostamenti notturni per motivi diversi da lavoro, necessità o salute, che rimane quindi valido dalle ore 23 alle ore 5. Tale divieto sarà ulteriormente ridotto (dalle ore 24 alle ore 5) dal 7 giugno, e verrà completamente abolito dal 21 giugno;
  • dal 22 maggio, riapertura nelle giornate festive e prefestive degli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali, mercati, gallerie commerciali e parchi commerciali e altre strutture ad essi assimilabili;
  • dal 24 maggio, riapertura delle palestre (anticipata rispetto al 1° giugno, come invece prevedeva il DL n. 52/2021).


17 maggio 2021 - Consiglio dei ministri: decreto-legge anticipo riaperture    Risposte alle domande frequenti

8 maggio 2021 - Ordinanza del Ministro della Salute sull'accesso dei visitatori nelle Residenze Sanitarie assistenziali    Link alla Gazzetta ufficiale

30 aprile 2021 - Decreto legge n. 56 "Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi (decreto proroghe)

28 aprile 2021 - Linee guida delle Regioni e delle Province autonome per la riapertura delle attività (.pdf - 428 KB)

26 aprile 2021 - Circolare aggiornata Ministero Salute. "Gestione domiciliare dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2"

23 aprile 2021 - La Lombardia torna in zona gialla dal 26 aprile: ordinanza Ministero della Salute - Le misure valide in Lombardia

22 aprile 2021 - Decreto legge n. 52   -   Risposte alle domande frequenti (FAQ)

21 aprile 2021 - Decreto "Riaperture": Comunicato stampa Consiglio dei Ministri  -  Slide

9 aprile 2021 - Nuove ordinanze del Ministro dela Salute. Da lunedì 12 aprile la Lombardia in "zona arancione". Le misure valide in Lombardia.

9 aprile 2021 - Ordinanza n. 6 sulla campagna vaccinale firmata dal Commissario straordinario per l'emergenza Covid 19

6 aprile 2021 - Protocollo condiviso sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro, che aggiorna e rinnova i precedenti accordi, su invito del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del Ministro della salute.

6 aprile 2021 - Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione nei luoghi di lavoro, per contribuire alla rapida realizzazione del Piano vaccinale anti SARS-CoV-2/Covid-19.

I costi per la realizzazione e la gestione dei piani aziendali (inclusi i costi per la somministrazione) sono interamente a carico del datore di lavoro.

La fornitura dei vaccini, dei dispositivi per la somministrazione (siringhe-aghi) e la messa a disposizione degli strumenti formativi previsti e degli strumenti per la registrazione delle vaccinazioni eseguite sono a carico dei Servizi Sanitari Regionali territorialmente competenti.

___________

In base all’Ordinanza del Ministro della Salute del 2 aprile 2021, la Lombardia rimane in “zona rossa”.

Dal 7 aprile entra in vigore il Decreto Legge n. 44, che resterà efficace fino al 30 aprile compreso.

Il nuovo Decreto Legge proroga le misure previste dal DPCM del 2 marzo e alcune delle misure già previste dal Decreto Legge n. 30 del 13 marzo 2021, introducendo anche le seguenti novità:

- le attività didattiche ed educative per i nidi, scuole materne, scuole elementari e prime medie tornano a svolgersi in presenza a partire dal 7 aprile,
- specifiche disposizioni volte ad assicurare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte del personale medico e sanitario,
- deroghe per lo svolgimento dei concorsi pubblici.

Fino al 6 aprile resta in vigore il Decreto Legge n. 30 del 13 marzo 2021 che individua, in particolare, misure specifiche valide durante il periodo pasquale.

Nei giorni 3, 4 e  5 aprile 2021 le disposizioni previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. In questi giorni è consentito lo spostamento all’interno della propria Regione e verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, tra le ore 5 e le 22, nel limite massimo di due persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi (oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi).

------------------

2 aprile 2021 - Spostamenti da e per i Paesi dell'Unione Europea

___________

1 aprile - Decreto legge n. 44 "Misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici".  

31 marzo 2021 - Nuovo decreto legge in vigore dal 7 aprile   -   sintesi delle misure adottate (.pdf - 1,5 MB)

26 marzo 2021 - Ordinanza del presidente di Regione Lombardia n. 725: disposizioni sui servizi di cura degli animali da compagnia (in vigore dal 27 marzo fino al termine dello stato di emergenza, limitatamente ai giorni in cui la Lombardia è classificata in “zona rossa”).

22 marzo 2021 - Sintesi delle misure del Decreto "Sostegni"  -  Schede sintetiche (.pdf - 1,8 MB)  -  Decreto legge n. 41/2021 in GU

16 marzo 2021 - Prime indicazioni su prevenzione e controllo delle infezioni da Sars-CoV-2 in tema di varianti e vaccinazione.

13 marzo 2021 - Decreto legge n. 30 "Misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19 e interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in didattica a distanza o in quarantena".  

Risposte alle domande più frequenti (FAQ)


12 marzo 2021 - La Lombardia in "zona rossa" da lunedì 15 marzo: ordinanza del Ministro della Salute  -  Le misure valide in Lombardia


4 marzo 2021 

Tutta la Lombardia passa in fascia "arancione rafforzato" dalle ore 0.00 di venerdì 5 a domenica 14 marzo -  pdf Ordinanza n. 714 del 4 marzo 2021 (94 KB)

In particolare l'Ordinanza prevede la sospensione della didattica in presenza per tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e delle istituzioni formative professionali. Sono inoltre sospese le scuole dell’infanzia.

Altre disposizioni introdotte dall’Ordinanza:
- divieto di recarsi presso le cosiddette “seconde case” e verso le abitazioni private abitate
- accesso alle attività commerciali limitato a un solo componente per nucleo familiare
- divieto di utilizzare le aree attrezzate per gioco e sport all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, fatta eccezione per le persone affette da disabilità
- obbligo di indossare mascherine chirurgiche o presidi analoghi di protezione delle vie respiratorie sui mezzi di trasporto pubblici.


2 marzo 2021: Nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 - Il testo in Gazzetta ufficiale


27 febbraio 2021 - Ordinanza del Ministro della Salute: dal 1° marzo 2021 la Lombardia è "zona arancione". Link alla Gazzetta ufficiale

24 febbraio 2021 - Comunicazioni del Ministro della Salute al Parlamento

22 febbario 2021 - Nuovo decreto legge che proroga al 27 marzo 2021 il divieto di spostamento tra diverse Regioni e Province Autonome, fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
E’ sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.  Il testo del decreto pubblicato nella Gazzetta ufficiale


19 febbraio 2021 - Ordinanza del Ministero della Salute


14 febbraio 2021 - Ordinanza del Ministero della Salute che proroga fino al 5 marzo la riapertura degli impianti sciistici agli sciatori amatoriali

13 febbraio 2021 - Ordinanza 12 febbraio 2021 del Ministro della Salute per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 nelle Regioni Abruzzo, Liguria, Toscana e Umbria e nelle Province autonome di Trento e Bolzano

Dal 14 febbraio 2021 questa la ripartizione di Regioni e Province Autonome:

  • area gialla: Calabria, Campania, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Valle d’Aosta, Veneto
  • area arancione: Abruzzo, Liguria, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Sicilia, Umbria
  • area rossa: nessuna Regione.


12 febbraio 2021 - Decreto legge n. 12
Articolo 1: "Dal 16 al 25 febbraio 2021 sull'intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione".

11 febbraio 2021 - Adesione alla vaccinazione anti Covid-19 in Lombardia

10 febbraio 2021 - Ordinanza Regione Lombardia n. 699: Riapertura impianti sciistici anche agli sciatori amatoriali, dal 15 febbraio

9 febbraio 2021 - Piano vaccini anti-Covid

29 gennaio 2021 - In base all’Ordinanza del Ministro della Salute del 29 gennaio 2021da lunedì 1° febbraio la Lombardia è collocata in “zona gialla”.   
> Misure valide in Lombardia

In base alle due nuove ordinanze del Ministro della Salute, da lunedì 1° febbraio 2021 questa la nuova ripartizione di Regioni e Province Autonome:

>
area gialla: Calabria, Campania, Basilicata, Emilia Romagna, Molise, Lombardia, Provincia autonoma di Trento, Toscana, Veneto
> area arancione: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta
> area rossa: nessuna Regione.


23 gennaio 2020 - In base alle nuove ordinanze del Ministro della Salute questa la ripartizione di Regioni e Province Autonome dal 17 gennaio:
- area gialla: Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Toscana;

- area arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia, Sardegna, Umbria, Valle d’Aosta;

- area rossa: Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia.

> Misure in vigore per la Lombardia


20 gennaio 2021 - FAQ aggiornate sulle misure adottate

18 gennaio 2021 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti

16 gennaio 2021 - Ordinanza del Ministero della Salute: Lombardia "zona rossa"  -   Le misure valide in Lombardia 

Autodichiarazione per gli spostamenti

Autodichiarazione per gli spostamenti (modello editabile .pdf - 626 KB)



In base alle nuove Ordinanze del Ministro della Salute, questa la ripartizione delle Regioni e Province Autonome dal 17 gennaio:

- area gialla: Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana;
- area arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia,Umbria, Valle d’Aosta;
- area rossa: Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia.


14 gennaio 2021 - Decreto legge n. 2    Nuovo DPCM    Allegato al DPCM    Sintesi delle nuove misure in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo 2021 

13 gennaio 2021 - Comunicato stampa Consiglio dei Ministri

11 gennaio 2021 - Ministero della Salute: Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia SARS-CoV-2 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e della cremazionendicazioni emergenziali connesse ad epidemia SARS-CoV-2 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e della cremazione (.pdf - 493 KB)

pdf Circolare Regione Lombardia - Direzione Welfare sul settore funebre (92 KB)


8 gennaio 2021 - Il Ministro della Salute ha firmato nuove ordinanze sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia (DM 30 aprile 2020), che si è riunita l'8 gennaio 2021.

Da domenica 10 a sabato 16 gennaio, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle aree è la seguente:

area gialla: Abruzzo, Campania, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Toscana,Umbria, Valle d’Aosta

area arancione: Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto

area rossa: nessuna Regione.

Restano in vigore le restrizioni previste dal decreto-legge 5 gennaio 2021, n. 1.

> Ordinanza ministeriale per la Lombardia


8 gennaio 2021 - L'Ordinanza n. 676 di Regione Lombardia stabilisce dall’11 al 24 gennaio 2021 il ricorso alla didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP).

6 gennaio 2021 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti

5 gennaio 2021 - Provvedimenti del Consiglio dei Ministri (in vigore dal 7 al 15 gennaio 2021) - Decreto legge n. 1/2021 - Sintesi misure per la Lombardia


31 dicembre 2020 - Messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica

28 dicembre 2020 - Vaccinazione anti Covid-19  Domande frequenti e risposte

22 dicembre 2020 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti sulle misure del Deccetto legge 18 dicembre 2020 n. 172

Autodichiarazione per gli spostamenti

18 dicembre 2020 -  Decreto legge n. 172    Le principali misure (slide)   FAQ   Le misure valide in Lombardia

18 dicembre 2020 - Più valore alla vitaL'attenzione all'uso della mascherina e al rispetto delle distanze tra le persone nei luoghi chiusi continuano ad essere gli strumenti principali per la prevenzione e il contrasto alla pandemia.

12 dicembre 2020 - Nuova ordinanza del Ministro della Salute    Testo dell'Ordinanza sulla Gazzetta ufficiale  Sintesi delle misure

A seguito della nuova ordinanza, questa la classificazione attuale delle regioni dal 13 dicembre:

- area gialla: Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto
- area arancione: Abruzzo, Campania, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta
- area rossa: nessuna regione.


9 dicembre 2020 - Ordinanza del Presidente di Regione Lombardia n. 649

9 dicembre 2020 - Domande frequenti e risposte sulle misure specifiche del periodo 21 dicembre 2020 - 6 gennaio 2021

5 dicembre 2020 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti sulle misure del Dpcm 3 dicembre 2020


5 dicembre 2020 - Tre nuove ordinanze del Ministro della salute, questa la classificazione attuale delle regioni:

3 dicembre 2020 - Nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri    Sintesi delle misure valide per la Lombardia    Domande e risposte

2 dicembre 2020 - Decreto legge n. 158 

2 dicembre 2020 - Linee guida del piano strategico nazionale sui vaccini anti-Covid

1 dicembre 2020 - Indicazioni per l'assistenza a domicilio e per l'accesso dei visitatori nelle strutture residenziali sociosanitarie
(circolare del Ministero della Salute del 30 novembre 2020)

30 novembre 2020 - Decreto Ristori quater: Decreto legge n. 157

27 novembre - Nuove ordinanze del Ministro della Salute per la riclassificazione di alcune regioni. La Lombardia diventa "zona arancione" da domenica 29 novembre 2020 - Il provvedimento riguardante la Lombardia in Gazzetta ufficiale

Per la zona arancione, queste le limitazioni in vigore:

  • Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.
  • Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all'altra e da un Comune all'altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all'interno del proprio Comune.
  • Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L'asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione di farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.
  • Chiusura di musei e mostre.
  • Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell'infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.
  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.
  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi (resta vietato usare gli spazi adibiti a spogliatoio).

Riaprono i negozi
Riaprono tutti i negozi, senza limitazioni: oviamente devono garantire il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro, lo scaglionamento degli ingressi e la frequente sanificazione del locale e degli spazi espositivi.

Aggiornamento domande frequenti e risposte



23 novembre 2020 - Decreto Ristori ter - Decreto legge n. 154

20 novembre 2020 - Ordinanza del Ministro della Salute

19 novembre 2020 - Ordinanza del Ministro della Salute

13 novembre 2020 - Nuova ordinanza del Ministro della Salute


13 novembre 2020 - Nuclei in isolamento o in quarantena

A fronte del proseguire dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione della pandemia da Covid-19, i Servizi dell’Area 3 Politiche Sociali del Comune di Lecco, rinnovano la loro disponibilità a supporto dei cittadini e dei loro bisogni.

Anche in questa fase, i Servizi Integrati per la domiciliarità del Comune di Lecco sono il punto di riferimento per la cittadinanza, che si trovasse in condizioni di isolamento o quarantena, perché casi sospetti o confermati Covid-19.
Le persone, nel caso fossero sole e prive del supporto di amici e familiari, possono chiamare il Servizio allo 0341 481542, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, per essere supportate rispetto ai bisogni: consegna spesa, consegna farmaci, attivazione pasti al domicilio.
Gli operatori raccoglieranno le richieste e attiveranno le risorse disponibili, al fine di rispondere nel modo più adeguato possibile.
Altre indicazioni sulla quarantena


10 novembre 2020 -  Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti per prevenire gli assembramenti e intensificare i controlli

10 novembre 2020 - Nuova Ordinanza del Ministro della Salute sulla classificazione delle Regioni nelle zone

7 novembre 2020 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti sulle misure del Dpcm 3 novembre 2020

7 novembre 2020 - Decreto Ristori bis      Schede sintetiche 


Dpcm 3 novembre 2020: aree territoriali di criticitàDpcm 3 novembre 2020: le principali misure, per aree di criticità

La Lombardia è zona rossa.

Chiarimenti su attività motoria e attività sportiva: lettera dei Sindaci new

schede Lega delle Autonomie      Domande frequenti e risposte sul Dpcm   

Domande frequenti e risposte Regione Lombardia







                   SINTESI DEGLI ULTIMI PROVVEDIMENTI

Il Decreto del Presidente del Consiglio del 3 novembre introduce nuove misure urgenti per prevenire la diffusione del virus Covid-19.

L’Ordinanza del Ministro della Salute colloca la Lombardia fra le regioni in zona rossa, cioè ad alto rischio. Si applicano pertanto le misure di contenimento indicate agli articoli 1 e 3 del DPCM.

Cessano quindi contestualmente di avere effetto le precedenti ordinanze del Presidente della Regione Lombardia.

Le misure elencate sono in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre 2020:

  • vietati gli spostamenti all'interno, in entrata e in uscita dal territorio regionale e all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario. Vietati gli spostamenti da una regione all’altra e da un Comune all’altro. Gli unici spostamenti autorizzati sono quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Per giustificare gli spostamenti è necessario esibire una autodichiarazione;
  • sospese le attività commerciali al dettaglio (negozi), sia di vicinato che nelle medie e grandi strutture di vendita.
    Rimangono aperti: all'interno, negozi di generi alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie e le altre attività di vendita individuate nell’allegato 23 del DPCM. I centri commerciali dovranno consentire l’accesso a tali attività ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi già previste a livello nazionale;
  • chiusi i mercati, eccetto le attività che vendono generi alimentari;
  • sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). L’asporto è consentito fino alle ore 22 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni;
  • all’ingresso di tutti gli esercizi di cui è autorizzata l’apertura deve essere esposto un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno, sulla base dei protocolli e delle linee guida in vigore;
  • sospese le attività inerenti servizi alla persona. Rimangono aperti i barbieri, parrucchieri, servizi di lavanderia e altre attività indicate nell’allegato 24 del DCPM.
  • didattica a distanza al 100% anche per le seconde e terze medie.
    Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza, nei limiti in cui è consentita.
    È possibile svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso dei laboratori, oppure per mantenere una relazione con alunni con disabilità e bisogni educativi speciali.
    L’attività didattica e educativa per i nidi, scuole materne, elementari e prima media continua a svolgersi in presenza, con uso obbligatorio di dispostivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai 6 anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina;
  • i corsi universitari si svolgeranno con didattica a distanza, salvo specifiche eccezioni;
  • sospese le attività sportive, comprese quelle che si svolgono nei centri sportivi all’aperto, così come tutti gli eventi e le competizioni sportive organizzate dagli enti di promozione sportiva, salvo quelle riconosciute di interesse nazionale da CONI e CIP;
  • è consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, rispettando la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e utilizzando i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. È consentito svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale;
  • sospese mostre e servizi di apertura al pubblico di musei e altri luoghi della cultura. Permane la sospensione degli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto;
  • limitazione della capienza massima del 50% per i mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale. Il limite non si applica per il trasporto scolastico.


Inoltre è confermata la sospensione delle seguenti attività:

  • parchi tematici e di divertimento;
  • palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali;
  • sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente;
  • convegni, congressi e altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
  • sagre, fiere di qualunque genere ed eventi analoghi;
  • sale da ballo, discoteche o locali simili, all'aperto o al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose.

 È garantito l'accesso ai luoghi di culto, che deve però avvenire con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgeranno nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni. 

Rimane obbligatorio usare sempre la mascherina nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione. L’obbligo si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l'igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. Non sono obbligati a indossare la mascherina i bambini al di sotto dei 6 anni, o i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina e le persone che interagiscono con loro

Le persone con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere al proprio domicilio e contattare il medico curante.

Si raccomanda di non ricevere a casa persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.



4 novembre 2020 - Conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri

4 novembre 2020 - Ordinanza del Ministero della Salute

3 novembre 2020 - Nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri novità  Il Decreto in Gazzetta ufficiale                

Documento dell'Istituto Superiore di Sanità "Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale"

2 novembre 2020 - Comunicazioni al Parlamento del Presidente del Consiglio dei Ministri


27 ottobre 2020 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti

27 ottobre 2020 - Ordinanza n. 624 del Presidente di Regione Lombardia 

 

27 ottobre 2020 - Conferenza stampa del Governo sul decreto Ristori  -  Principali contenuti del Decreto legge   -  pdf slide ANCI sul decreto (883 KB)

25 ottobre 2020 - Conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei ministri


24 ottobre 2020 -  Nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19novità
                                     Schede sintetiche sul Dpcm (a cura della Lega delle Autonomie locali)

23 ottobre - Nuovo protocollo attuativo delle "Linee guida per l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere"

22 ottobre 2020 - Informativa del presidente del Consiglio dei Ministri al Parlamento

21 ottobre 2020 - Ordinanza Regione Lombardia n. 623  -   ultimi aggiornamenti

Ordinanza del Ministro della Salute di Intesa con il Presidente della Regione Lombardia, n. 336 (.pdf - 125 KB)

 

DISPOSIZIONI NAZIONALI

La disposizioni nazionali in vigore fanno riferimento al DPCM del 13 ottobre e al DPCM del 18 ottobre 2020. Le norme indicate nei DPCM rimarranno valide fino a venerdì 13 novembre compreso.

Di seguito i punti principali dei DPCM:

- raccomandazione di utilizzare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private, se sono presenti persone non conviventi;
- possibile chiusura di strade o piazze nei centri urbani a partire dalle ore 21 per evitare assembramenti;
- sospesi convegni e congressi ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
- consentito l’accesso del pubblico a parchi, ville e giardini pubblici, nel rispetto del divieto di assembramento e della distanza di sicurezza interpersonale; 
- consentito inoltre l’accesso dei minori ad aree giochi nel rispetto delle linee guida;
- confermata la sospensione delle attività all’interno di sale da ballo, discoteche e locali assimilati, sia all'aperto che al chiuso;
- divieto di svolgere feste in tutti i luoghi, sia all'aperto che al chiuso;
- indicazioni per le feste connesse a cerimonie civili o religiose, che possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida;
- sospensione di viaggi d'istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio, visite guidate e uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
- disposizioni per chi fa ingresso in Italia.



20 ottobre 2020 - Circolare del Ministero dell'Interno ai Prefetti

19 ottobre 2020 - Nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in vigore da lunedì 19 ottobre 2020.

19 ottobre 2020 - Decreto della Ministra per la Pubblica amministrazione sullo smart working


18 ottobre 2020, ore 21.30 
Conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri in diretta streaming da Palazzo Chigi, per gli ultimi aggiornamenti sui provedimenti adottati per fronteggiare l’emergenza sanitaria. 


16 ottobre 2020 - Nuova Ordinanza di Regione Lombardia in materia di contrasto dell’epidemia Covid-19. Le disposizioni, in vigore dal 17 ottobre fino al 6 novembre 2020, riguardano le attività connesse alla movida, gli sport di contatto dilettantistici, le sale gioco-scommessa-bingo, la didattica a distanza di scuole e università, l'accesso alle RSA e le attività economiche.


Sono confermate le disposizioni delle ordinanze:


È revocata l’Ordinanza n. 619 del 15 ottobre 2020.

Per gli aspetti non diversamente disciplinati dall’Ordinanza n. 620 del 16 ottobre resta valido quanto previsto dalle misure disposte dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e dalle Ordinanze del Ministro della Salute vigenti.

Il DPCM del 13 ottobre ha validità dal 14 ottobre fino al 13 novembre compreso.

Tra le novità introdotte si evidenziano, in particolare:

  • raccomandazione di utilizzare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private, se sono presenti persone non conviventi;
  • indicazioni per gli sport individuali e di squadra, tra cui il divieto di svolgere gare, competizioni e altre attività connesse agli sport di contatto aventi carattere amatoriale;
  • confermata la sospensione delle attività all’interno di sale da ballo, discoteche e locali assimilati, sia all'aperto che al chiuso;
  • divieto di svolgere feste in tutti i luoghi, sia all'aperto che al chiuso;
  • indicazioni per le feste connesse a cerimonie civili o religiose, che possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida;
  • sospensione di viaggi d'istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio, visite guidate e uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
  • limiti di orario e di somministrazione di cibi e bevande per i servizi di ristorazione;
  • disposizioni per chi fa ingresso in Italia.

> Ordinanza di Regione Lombardia n. 620 del 16 ottobre 2020      Allegato 1      Allegato 2

Tutti i provvedimenti anti-Covid precedenti  provvedimenti anti-covid "fase 2"

 






Tutti i provvedimenti e le informazioni della "fase 1"
Tutti i provvedimenti, le informazioni e le iniziative
della "fase 1" della pandemia da Sar-Cov-2





App Immuni