Contenuto principale

Messaggio di avviso

Elezioni del 12 e 13 febbraio 2023: tutte le informazioni.

 

Domenica 12 e lunedì 13 febbraio 2023 si terranno in Lombardia le elezioni regionali, con le quali i cittadini iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Lombardia eleggeranno il nuovo Consiglio regionale e il Presidente della Regione.

Il Presidente della Regione ha firmato il 16 dicembre 2022 i decreti n. 982 di convocazione dei comizi elettorali e n. 983 di assegnazione dei seggi di consigliere regionale alle singole circoscrizioni, decreti pubblicati sul BURL serie ordinaria n. 50 del 16 dicembre 2022. 

Il Consiglio regionale e il Presidente della Regione sono eletti contestualmente, a suffragio diretto, attribuito a liste provinciali concorrenti e a coalizioni regionali concorrenti, formate da uno o più gruppi di liste provinciali, ognuna collegata con un candidato alla carica di Presidente della Regione.

Le norme per l’elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Regione sono contenute nella Legge Regionale 31 ottobre 2012, n.17.

QUANDO SI VOTA

  • domenica 12 febbraio dalle 7.00 alle 23.00
  • lunedì 13 febbraio 2023 dalle 7.00 alle 15.00

DOVE SI VOTA

Nella sezione indicata sulla propria tessera elettorale.

COSA SERVE PER VOTARE

Tessera elettorale e documento di riconoscimento in corso di validità.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

RINNOVO DELLA TESSERA ELETTORALE 

Per essere ammessi al voto è necessario avere una tessera elettorale valida. 

Invitiamo gli elettori a controllare la validità della propria tessera elettorale: se gli spazi per la certificazione risultano tutti timbrati o in caso di smarrimento, occorre richiedere una nuova tessera.

Anche gli elettori che hanno variato la residenza all’interno del Comune sono invitati a rivolgersi all'ufficio elettorale per l’aggiornamento.

Come richiedere una nuova tessera elettorale

Presentarsi allo sportello 4 presso il cortile del Comune di Lecco, in Piazza Diaz 1, senza appuntamento, nei seguenti orari: 

  • da lunedì a giovedì dalle 17 alle 19; 
  • venerdì dalle 15 alle 18; 
  • sabato dalle 8.30 alle 12.

Le tessere elettorali si ritirano presentando un documento di identità e la tessera elettorale completa o rilasciata, se ricorre il caso, dal precedente Comune di residenza.

Aperture straordinarie per rilascio tessera elettorale

Per i giorni immediatamente precedenti il voto, si effettueranno le seguenti aperture straordinarie: 

  • Sabato 11 febbraio dalle 8.30 alle 18; 
  • Domenica 12 febbraio dalle 8 alle 23; 
  • Lunedì 13 febbraio dalle 8 alle 15. 

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

APERTURA STRAORDINARIA UFFICIO CARTE D'IDENTITA'

In occasione delle prossime consultazioni elettorali l'ufficio carte di identità sarà aperto, straordinariamente, l'11 e 12 febbraio esclusivamente per il rilascio delle carte d'identità elettroniche agli elettori.

La richiesta potrà essere effettuata in caso di furto o smarrimento ovvero per chi l’avesse deteriorata.

Si precisa al riguardo che l’identificazione degli elettori ai seggi può avvenire anche attraverso le carte d’identità e gli altri documenti di identificazione rilasciati dalla pubblica amministrazione, anche se scaduti, purché risultino, sotto ogni altro aspetto, regolari e purché possano assicurare la precisa identificazione del votante.

Orari di apertura:

sabato 11 febbraio dalle ore 8.30 alle 12 e dalle ore 14.30 alle 17.30
domenica 12 febbraio dalle ore 8.30 alle 12 e dalle ore 14.30 alle 17.30

Si ricorda che dovranno essere esibiti, a seconda del caso:

la denuncia di furto o smarrimento presentata presso l’autorità di pubblica sicurezza;
il documento deteriorato.

Sarà inoltre richiesta una foto tessera recente (non anteriore ai sei mesi).

Per informazioni:

0341 481.556
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________


VOTO DEGLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO

Gli Elettori residenti all’estero possono esercitare il diritto di voto esclusivamente in Italia, nel proprio Comune di iscrizione Aire. Riceveranno una cartolina-avviso recante l’indicazione dei giorni e degli orari della votazione e che darà diritto di usufruire di tutte le agevolazioni di viaggio concesse agli elettori sulla base della normativa statale.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________

AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER I VIAGGI FERROVIARI, VIA MARE E AUTOSTRADALI

Gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto.

  pdf Circolare (67 KB)
  pdf Allegato circolare (280 KB)

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

VOTO DOMICILIARE

Le disposizioni sul voto domiciliare (art. 1 del decreto-legge 3 gennaio 2006, n. 1, convertito dalla legge 27 gennaio 2006 n. 22, come modificato dalla legge 7 maggio 2009, n. 46) sono previste in favore degli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti "impossibile” anche con l’ausilio dei servizi di trasporto messi a disposizione dal Comune, e di quelli affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione”.

Per le elezioni regionali le disposizioni si applicano soltanto se l'avente diritto al voto domiciliare dimora nel territorio della Regione.

L’elettore interessato deve far pervenire al Sindaco del proprio Comune di iscrizione elettorale un’espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora fra martedì 3 gennaio e lunedì 23 gennaio 2023.

Gli interessati devono inviare via mail all'indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. nel periodo dal 3 e il 23 gennaio 2023, la seguente documentazione: 

  1. dichiarazione in carta libera della volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo e un recapito telefonico: document Modulo di richiesta voto domiciliare (263 KB)
  2. certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'Azienda Sanitaria Locale, da cui risulti l’esistenza di un'infermità fisica tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio, ovvero della condizione di dipendenza in via continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Il certificato non può avere data anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della consultazione elettorale (29 dicembre 2022) e deve recare una previsione d'infermità di almeno 60 giorni dalla data di rilascio. Il medesimo certificato potrà attestare anche l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto 
  3. fotocopia della tessera elettorale.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

VOTO ASSISTITO 

Il diritto di voto assistito è la possibilità di esercitare il proprio voto con l’assistenza di un altro elettore, appartenente alla propria famiglia oppure, in mancanza, scelto come accompagnatore.

L’accompagnatore designato può essere iscritto alle liste elettorali di un qualsiasi Comune italiano.

Si può usufruire del voto assistito se si è:

    • ciechi;
    • amputati delle mani;
    • affetti da paralisi;
    • con altri gravi impedimenti fisici.

Non possono usufruire del voto assistito gli elettori con handicap solo mentali, neanche se l’accompagnatore è un familiare.

Per poter usufruire del voto assistito occorre: 

  1. il certificato medico rilasciato dall’A.T.S., Servizio di Medicina Legale e Igiene Pubblica per poter esprimere il proprio voto con un accompagnatore. 
  2. il Comune deve apporre sulla tessera elettorale un timbro che dà diritto di esprimere il proprio voto con un accompagnatore.A tal fine gli interessati, devono presentarsi presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Lecco, consegnando, oltre alla tessera elettorale, il certificato rilasciato dal Servizio di Medicina Legale e Igiene pubblica dichiarante che l’elettore è impossibilitato in modo permanente a esercitare autonomamente il diritto di voto. (L'’ammissione al voto assistito non è consentito per le infermità che non influiscono su tali capacità ma che riguardano la sfera psichica dell’elettore). Per gli elettori non vedenti: libretto nominativo di pensione nel quale sia indicata la categoria "ciechi civili" ed il numero attestante la cecità assoluta.
  3. La richiesta all’Ufficio elettorale del Comune può essere presentata direttamente dall’interessato o anche da una terza persona, anche non parente, in possesso di un documento di identità valido. L’Ufficio Elettorale applicherà sulla Tessera, l’apposito timbro “AVD" con la firma del funzionario incaricato. 

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

VOTO NEI LUOGHI DI CURA O CASE DI RIPOSO

I cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Lecco, ospitate in istituti di cura o case di riposo della città, sono ammessi a votare nel luogo di ricovero, in cui sarà installato un seggio elettorale speciale.

Per votare l'interessato deve far pervenire al luogo di cura una richiesta recante la volontà di votare nel luogo di ricovero in cui si trova.

La dichiarazione di voto nel luogo di cura, corredata dall’attestazione del direttore dell’istituto di cura che comprova il ricovero dell’elettore, va trasmessa, dalla Direzione Sanitaria della struttura al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali il cittadino è iscritto, alla casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Sindaco provvede a rilasciare al luogo di cura un’attestazione della avvenuta inclusione negli elenchi degli elettori degenti.

L’elettore quindi potrà votare nel seggio allestito presso il luogo di cura presentando, unitamente a un documento di identità, la tessera elettorale rilasciata dal Comune di iscrizione.

In caso di smarrimento della tessera l'interessato deve inoltrare richiesta di duplicato al Comune nelle cui liste elettorali risulta iscritto, delegando, un familiare o un convivente.

Si invitano gli elettori a provvedere fin da subito a verificare il possesso e lo stato della propria tessera elettorale e richiederne tempestivamente il rinnovo per esaurimento spazi o il duplicato.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

ELETTORI NON DEAMBULANTI

Quando la sede elettorale di sezione non sia accessibile mediante sedia a ruote, gli elettori non deambulanti, iscritti in quella sezione, possono esercitare il diritto di voto in altra sezione del Comune appositamente attrezzata, presentando la tessera elettorale con il timbro AVD o l'attestazione medica rilasciata dall'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (Asst) oppure il libretto di pensione d'invalidità Inps.

Sezioni della città senza barriere:

sezione n. 1 - Lecco centro - scuole di via Ongania, 2
sezione n. 3 - Santo Stefano - scuole di via Carossa, 35
sezione n. 8 - Lecco centro - scuole di via Amendola, 24
sezione n. 14 - Castello - scuole di piazza Carducci, 6
sezione n. 20 - Bonacina - scuole di via Timavo, 1
sezione n. 21 - San Giovanni - scuole di corso Monte Santo, 22
sezione n. 24 - Rancio - scuole di via Mazzucconi, 67
sezione n. 26 - Laorca - ex scuole di corso Monte S. Gabriele, 81
sezione n. 28 - Acquate - scuole di viale Montegrappa, 27
sezione n. 33 - Germanedo - scuole di via Lombardia, 1
sezione n. 36 - Belledo - via don Consonni, 1.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

PROPAGANDA ELETTORALE

La propaganda elettorale è regolata dalla legge n. 212/1956 (propaganda mediante affissione), e dalla legge n. 28/2000 (propaganda tramite mezzi d’informazione).

Per propaganda mediante affissione si intendono i mezzi di propaganda elettorale effettuata tramite manifesti, avvisi, fotografie, di qualunque materia costituiti, che siano intesi, direttamente o indirettamente, a influire sulla scelta degli elettori.

La propaganda elettorale fissa tramite manifesti è consentita unicamente negli appositi spazi predisposti dalla Giunta comunale.

Per le elezioni regionali viene assegnato uno spazio a ciascuna lista provinciale ammessa alla competizione elettorale nell’ordine derivante dal sorteggio effettuato dai competenti organi.

Inizio della propaganda elettorale, riunioni elettorali e divieto di alcune forme di propaganda

Da venerdì 13 gennaio 2023, ai sensi dell’art. 6 della legge n. 212/1956, sono vietati:

• il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico;

• ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti;

• ogni forma di propaganda luminosa mobile.

Dal medesimo giorno, ai sensi dell’art. 7, primo comma, della legge 24 aprile 1975, n. 130, possono tenersi riunioni elettorali senza l’obbligo di preavviso al Questore.

Per la realizzazione di conferenze, dibattiti e comizi sono state messe a disposizione le sale civiche di via don Orione, 8 e di via Seminario, 39. Per richiedere le due sale civiche bisogna compilare il pdf modulo apposito (117 KB) e inviarlo via PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o, in alternativa, all’ufficio sistema gestione documentale dell’ente (ufficio protocollo) c/o la sede comunale in piazza Diaz, n. 1 - almeno cinque giorni lavorativi prima della data di utilizzo richiesta.

Per la richiesta di gazebi e per i comizi elettorali, si debbono utilizzare i seguenti moduli: document richiesta per gazebo elettorale (86 KB) - richiesta comizio elettorale con riferimento alla relativa pdf planimetria (5.38 MB)

Le Linee di indirizzo per lo svolgimento della propaganda elettorale sul territorio comunale per partiti e movimenti politici presenti nella competizione elettorale;

Propaganda elettorale fonica su mezzi mobili

Nel periodo di campagna elettorale, e quindi da venerdì 13 gennaio, l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, secondo comma, della legge n. 130/1975 citata. Inoltre, ai sensi dell’art. 59, comma 4, del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada), come modificato dall’art. 49 del D.P.R. 16 settembre 1996, n. 610, la propaganda elettorale mediante altoparlante installato su mezzi mobili è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco o, nel caso in cui si svolga sul territorio di più comuni, del Prefetto della provincia in cui ricadono i comuni stessi.

Diffusione di sondaggi demoscopici

In occasione di qualsiasi consultazione elettorale o referendaria, nei 15 giorni precedenti la data di votazione, ai sensi dell’art. 8, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28, e quindi a partire da sabato 28 gennaio 2023, sino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito della consultazione popolare e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo antecedente a quello del divieto.

Inizio del divieto di propaganda

In occasione di qualsiasi consultazione elettorale o referendaria, ai sensi dell’art. 9, primo comma, della legge n. 212/1956 citata, nel giorno precedente e in quello della votazione, e quindi da sabato 11 a lunedì 13 febbraio 2023, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti.

 

ASSEGNAZIONE SPAZI TABELLONI PROPAGANDA ELETTORALE

La Giunta Comunale, con deliberazione n. 3 del 12-01-2023, ha stabilito l'assegnazione degli spazi riservati alla propaganda elettorale delle liste e delle candidature che parteciperanno alle consultazioni regionali.

  pdf Spazi per l'affissione dei manifesti di propaganda elettorale (269 KB) (269 KB)

 

Ufficio elettorale
Piazza Diaz, 1
Tel. 0341.481414 e 481295

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.