Contenuto principale

Messaggio di avviso

Chiarimenti sui servizi di cura degli animali, in base al DPCM 14 gennaio 2021, valido dal 16 gennaio al 5 marzo 2021.

 

  1. I servizi di cura degli animali rientrano tra le attività dei servizi alla persona (codici ateco 96.0 - 96.09).
  2. L’allegato 24 al DPCM prevede una restrizione ai servizi alla persona limitandoli solo per i servizi di salone di barbiere e parrucchiere (cod. 96.02).
  3. Il DPCM, all’articolo 1, comma 10, lett. ii) per la zona gialla consente le attività inerenti ai servizi alla persona senza particolari riferimenti o restrizioni.
  4. Il DPCM all’articolo 2 per la zona arancione non introduce limitazioni diverse da quelle della zona gialla per i sevizi alla persona.
  5. Il DPCM, all’articolo 4, comma 4, lett. h) invece, in modo esplicito per la zona rossa, dispone la sospensione delle attività dei servizi alla persona diverse da quella previste nell’allegato 24.
    Alla luce della lettura combinata dei codici ateco e delle disposizioni del DPCM, si desume che l’attività di cura degli animali è ammessa nelle zone gialla e arancione e non è ammessa in zona rossa, fatte salve tutte le altre disposizioni sul contenimento del Covid-19, ivi comprese le limitazioni di spostamento fra comuni.

Tali indicazioni derivano dalle disposizioni normative di sicurezza e prevenzione del contagio Covid-19, non sono "interpretazioni" delle stesse, che non rientrano fra le competenze del Comune, anche alla luce di quanto disposto dall’art. 3, del D.L. 19/2000 che demanda alle Regioni la facoltà, laddove necessario, di introdurre “… misure ulteriormente restrittive rispetto a quelle attualmente vigenti …”.

> Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative (allegato 9 al DPCM 14 gennaio 2021)