Stampa

Mantenimento dell'alloggio in locazione a seguito delle difficoltà economiche per emergenza sanitaria da Covid-19

 

La misura è rivolta a nuclei familiari in locazione sul libero mercato (compreso il canone concordato) o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali, ai sensi della L.R. 16/2016 art. 1 c.6 e smi. Non potrà invece essere riferita ad alloggi definiti Servizi Abitativi Pubblici.

L’erogazione dei contributi è finalizzata al mantenimento dell’abitazione in locazione ed è subordinata alla disponibilità delle risorse attribuite a questa misura che sono state quantificate in € 396.099,00 per tutti i comuni dell’Ambito Distrettuale di Lecco, che comprende i seguenti comuni: Annone di Brianza, Bosisio Parini, Bulciago, Calolziocorte, Carenno, Castello di Brianza, Cesana Brianza, Civate, Colle Brianza, Costa Masnaga, Dolzago, Ello, Erve, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate, Lecco, Malgrate, Molteno, Monte Marenzo, Nibionno, Oggiono, Olginate, Oliveto Lario, Pescate, Rogeno, Sirone, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Vercurago.


L’importo delle risorse disponibili potrà eventualmente essere adeguato a seguito di residui delle risorse attribuite alle altre misure attuate ai sensi della D.G.R. n. 3008/2020 – 3222/2020, da altre risorse regionali residue, nonché con le risorse residue pregresse trasferite all’Ambito dai Comuni o da altri.
La possibilità di presentazione della richiesta di accesso cesserà con l’esaurimento dei fondi messi a disposizione da Regione Lombardia, integrati da eventuali risorse residue.

Requisiti per l'accesso alla domanda:

- Essere residenti in un Comune dell’Ambito Territoriale di Lecco

- Non essere sottoposti a procedure per il rilascio dell’abitazione (sfratto o sloggio);

- Non essere proprietari di alloggio adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare in Regione Lombardia, così come definito dall’art. 7 lettera d) del Regolamento Regionale n. 4 del 04/08/2017 e s.m.i.;

- Essere residenti nell’alloggio in locazione oggetto della richiesta di contributo da almeno sei mesi al momento di presentazione della domanda (In caso di rinnovo di contratto farà fede l’inizio del contratto originario).

 

Il contributo previsto dalla presente misura unica è compatibile con altri contributi erogati dallo Stato o da Regione Lombardia ai sensi dei decreti emanati a seguito dell’emergenza sanitaria.


Ogni nucleo familiare, risultato beneficiario del contributo, può presentare domanda una sola volta sul medesimo avviso nel corso dell’anno.

È possibile presentare la domanda anche se beneficiari del Reddito o di pensione di Cittadinanza.

È possibile presentare la domanda anche se beneficiari di specifici contributi sulla base delle misure attivate con le risorse di cui alle DGR n. 5450/2016, n. 6465/2017, n. 606/2018 e n. 2065/2019 purché il beneficio non sia stato riconosciuto nell’anno 2021, ad esclusione degli anziani già risultati beneficiari della misura 4 DGR 2065 nel corso dell’anno 2020.

Costituisce requisito per la concessione del contributo il verificarsi di una o più condizioni, anche collegate alla crisi dell’emergenza sanitaria 2020, ovvero:

1) ISEE in corso di validità ordinario o corrente non superiore ad Euro 26.000

2) Verificarsi, dal momento di dichiarazione dello stato di emergenza di cui alla delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020,
 di una riduzione della capacità economica causata da malattia grave o decesso provocati da COVID - 19 di un componente del nucleo familiare percettore di reddito;


oppure
 - di una riduzione in capo al componente del nucleo familiare che presenta la domanda, dell’intensità lavorativa comprovata, causata, in alternativa, da una delle seguenti situazioni:
 - perdita del posto di lavoro (licenziamento) e presentazione di DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro);
 - mancato rinnovo dei contratti a termine e presentazione di DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro);
 - congedo parentale/ aspettativa non retribuita;
 - cassa integrazione o FIS (Fondo di Integrazione Salariale), Accordi aziendali con riduzione dell’orario di lavoro;
 - titolarità di una partita IVA attiva, quale attività prevalente, in uno dei settori economici interessati dalle misure restrittive introdotte per contenere la      diffusione dell’epidemia COVID-19 così come identificate dai codici ATECO contenuti nei seguenti provvedimenti:
a. decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 (c.d. Decreto Ristori);
b. decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149 (c.d. Decreto Ristori bis);
c. decreto-legge 23 novembre 2020, n. 154 (c.d. Decreto Ristori ter);
d. decreto-legge 30 novembre 2020, n. 157 (c.d. Decreto Ristori quater)
e. DGR 17 novembre 2020, n. 3869 “SI! LOMBARDIA - Sostegno Impresa Lombardia”: approvazione dei criteri della misura di ristoro a fondo perduto per microimprese e lavoratori autonomi con partita iva individuale colpiti dalla crisi da Covid-19”;
f. DGR 2 dicembre 2020, n. 3965 «SI! LOMBARDIA - Sostegno Impresa Lombardia”: ampliamento della platea dei beneficiari della misura di ristoro a fondo perduto per microimprese e lavoratori autonomi con partita iva individuale colpiti dalla crisi da covid-19 di cui alla D.G.R. 17 novembre 2020, n. XI/3869»; e successive modifiche e integrazioni.

Il suddetto elenco deve essere considerato come indicativo e non esaustivo e integrabile in caso di ulteriori disposizioni normative e in riferimento all’andamento della situazione pandemica, in relazione alle sospensioni o chiusure delle attività commerciali ed economiche.
Cessazione definitiva dell’attività in seguito all’emergenza Covid-19.

Dove e quando presentare la domanda:

I cittadini interessati potranno avere informazioni e dovranno presentare domanda dal 1 febbraio 2021 fino ad esaurimento fondi presso lo Sportello territoriale di riferimento negli orari di seguito indicati

Accesso telefonico per informazioni e su appuntamento per la presentazione della domanda

Polo Lecco: Punto Informativo e di Orientamento - Via Sassi 18 - piano terra - dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
l'accesso è solo su appuntamento chiamando il numero 0341/481235 oppure scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Documenti necessari per la presentazione della domanda

La domanda potrà essere presentata solo se completa di tutti i documenti necessari:
- Carta identità e codice fiscale del richiedente (da allegare al momento di inserimento della domanda);
- Eventuale permesso di soggiorno
- Contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato;
- Documentazione che comprova il possesso dei requisiti
-  Attestazione ISEE in corso di validità, ordinario o corrente;
- Documentazione comprovante la diminuzione dell’entrata da lavoro dipendente o autonomo o della capacità economica del 15 %
- Dichiarazione del proprietario dell’alloggio circa l’accettazione del contributo a scomputo di canoni pregressi o futuri e contenente i dati bancari per    l’erogazione del beneficio

Documentazione:

   pdf Avviso pubblico mantenimento dell'alloggio in locazione (674 KB)

   pdf Volantino esplicativo avviso pubblico (159 KB)

Domanda misura unica A        document doc (1.34 MB)          pdf pdf (197 KB)

Domanda misura unica B        document doc (1 MB)          pdf pdf (163 KB)

Domanda misura unica C        document doc (1.33 MB)          pdf pdf (148 KB)

  document Dichiarazione proprietario dell'alloggio misura unica (83 KB)

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria principale: Tutte le News
Categoria: Avvisi dagli Uffici
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd