Stampa

Domenica 17 ottobre 2021 alle ore 11, cerimonia per il 78° anniversario dell'inizio della Resistenza al nazifascismo nel lecchese. Sabato 23 ottobre spettacolo teatrale.

 
Il Comitato provinciale di Lecco dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) e i rappresentanti delle Amministrazioni Comunale e Provinciale di Lecco ricordano la Battaglia di Erna (17 - 20 ottobre 1943). Per il Comune di Lecco partecipa l'assessore al Welfare Emanuele Manzoni.

> Alle ore 10.30 salita in Erna dal piazzale della funivia.

    Alle 11, una semplice cerimonia ricorderà il sacrificio di partigiani e militari per il riscatto dell'Italia e per la sua libertà.

    Commento musicale dell’Orchestrina Majakovskij.

Cippo ai Caduti della Battaglia d'Erna (ottobre 1943)"Su queste verdi distese il 17 ottobre 1943, uomini di un'Europa ancora schiava,
raccolti nella formazione Carlo Pisacane, ugualmente fidenti nella Libertà e nella Giustizia,
guidati dall'acquatese Gaetano Invernizzi, detto Bonfiglio, reduce da ventun anni di esilio e di carcere fascista,
affrontarono soverchianti forze naziste, dimostrando in armi che la tirannide era destinata alla fine.
Da quel primo nucleo di Erna e dai gruppi di Campo de Boi, Piani Resinelli, della Val Varrone
e della Vals assina, la rivolta di Lecco e del territorio era destinata a crescere ed a travolgere
la dominazione nazifascista...
".

(Dal cippo posto ai Piani d'Erna).
                                                                                                  

pdf Locandina Battaglia di Erna 1943 (306 KB)



Altri appuntamenti

Sabato 23 ottobre 2021, ore 11 -  Al Rifugio Marchett ai Piani d’Erna
Spettacolo teatrale “ERNA 1943 - Racconto Partigiano

Dai fatti accaduti nel settembre-ottobre 1943 sulle miontagne lecchesi è nata l’esigenza di scrivere e raccontare gli avvenimenti di quel periodo attraverso uno spettacolo teatrale che avesse come protagonista la Storia, raccontata attraverso gli occhi degli uomini e delle donne che l’hanno vissuta.

L’evento, organizzato dall’Associazione DinamoCulturale con la partecipazione di ANPI provinciale di Lecco.

In scena Carlo Decio, attore lecchese da anni impegnato sulla scena milanese, accompagnato alla fisarmonica da Luca Pedeferri.
Autori del testo Simone G. Colombo, Shantala Faccinetto e Davide Franceschini.

> Locandina spettacolo "Erna 1943 - Racconto partigiano" (.jpg - 268 KB)

 
La vicenda storica

Le montagne lecchesi con i sentieri e i boschi sono stati i luoghi del primo episodio della Resistenza armata in Lombardia per la liberazione dell'Italia dalla dittatura fascista e dall'occupazione nazista.
La sera del 16 ottobre 1943 una Divisione di Alpini Bavaresi dell'esercito tedesco si po-sizionava lungo il ramo lecchese del lago di Como, da Calolziocorte a Varenna, con l'obiettivo di bloccare tutti gli accessi da e per la Valsassina.
Dal 17 al 20 ottobre 1943 i tedeschi occupavano Lecco e la Valsassina e iniziavano un rastrellamento dando fuoco alle case, alle baite, ai fienili e ai rifugi situati tra i rioni e le frazioni sulle pendici del Resegone.
Dalla metà di settembre ai Piani d'Erna si era stanziata la formazione "Carlo Pisacane", una delle prime bande partigiane della Lombardia. Erano prigionieri italiani e di altre nazionalità evasi dal campo di concentramento di Grumello al Piano, ex militari dell'esercito italiano, sbandati, esponenti dell'antifascismo lecchese e della cintura milanese. Tra i promotori c'erano Renato Carenini, Vera Ciceri e Gaetano Invernizzi antifascisti storici lecchesi.
All'avanzata dei tedeschi, i partigiani rispondono al fuoco e scontri armati si sviluppano intorno alla Capanna Stoppani, a Campo de' Boi e al Passo del Fò. Resistono fino al 20 ottobre e poi si disperdono. Alcuni trovano rifugio in Valsassina e nelle vicine valli bergamasche. Nella zona di Santa Brigida si uniscono a un'altra banda partigiana e continuano la Resistenza.

 

 

 

Categoria: News dal Comune
Visite: 443
DMC Firewall is a Joomla Security extension!