Stampa

Le belle lettureUn ciclo di sedici incontri per omaggiare la lingua italiana tramite le opere di alcuni dei suoi autori più importanti, con letture interpretate da attori protagonisti accompagnati in cinque occasioni da altrettanti musicisti: tutto questo è "Le belle letture", la rassegna di letture ad alta voce dedicate alla lingua italiana organizzata dal Sistema Bibliotecario del Territorio Lecchese in collaborazione con le biblioteche di Brivio, Bulciago, Calolziocorte, Colico, Costa Masnaga, Galbiate, Lecco, Lomagna, Mandello del Lario, Merate, Oggiono, Olgiate Molgora, Osnago, Sirtori, Verderio e Valmadrera.

Obiettivo della manifestazione, che si terrà nelle biblioteche del territorio lecchese dal 18 settembre al 20 dicembre, è quello di promuovere la pratica della lettura intesa non soltanto come intrattenimento, ma come momento di conoscenza e comprensione di sé stessi e degli altri, grazie proprio al gesto di un lettore che, leggendo a voce alta, si pone come ponte e unione tra testo scritto e ascoltatore.

"Le belle letture" – un'iniziativa che fa parte del progetto "Le Biblioteche per tutti" ed è stata finanziata interamente da Lario Reti Holding con la campagna Art Bonus – è un viaggio emozionante fra generi letterari diversi fra loro, fra stili differenti che però hanno contribuito collettivamente a far fiorire e dare forma alla nostra lingua; sotto la direzione artistica dell'Associazione Piccoli Idilli di Merate, il cartellone della rassegna proporrà l'omaggio ad autori classici come Boccaccio e Ariosto, contemporanei come Stefano Benni e serate speciali dedicate ai poeti italiani del '900 o alle fiabe napoletane raccolte da Roberto De Simone.

>> "Le belle letture": calendario completo degli eventi

Il primo appuntamento con la rassegna si terrà martedì 18 settembre con Gigi Gherzi (tra i principali drammaturghi e registi del teatro d'innovazione italiano) e Giuseppe Semeraro (attore e regista fondatore della compagnia Principio Attivo), che alle ore 18 presso la Biblioteca civica "Uberto Pozzoli" di Lecco presenteranno "A cosa serve la poesia", un monologo teatrale che è insieme confessione, diario della vita quotidiana, dialogo con il pubblico, invettiva e canzone.

>> "A cosa serve la poesia": primo appuntamento a Lecco

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.    Info   
Our website is protected by DMC Firewall!