Contenuto principale

1"Esplorazioni Jazz tra Europa e altri mondi".

Torna per la sua seconda edizione, la rassegna del "Lecco Jazz Festival" dedicata a Giorgio Gaslini, con un programma ricco di eventi in musica, ma anche iniziative didattiche, seminari e workshop che coinvolgeranno ogni angolo della città.

>>Programma di "Lecco Jazz Festival 2017" (.pdf 2,4 Mb)

 

Nel mese di luglio, si terranno quattro appuntamenti in Piazza Garibaldi, alle 21.

In caso di maltempo presso l'Auditorium Casa dell'Economia in Via Tonale 28.

Il Festival aprirà martedì 11 luglio, con il concerto di Moroni, Gomez e La Barbera live ed il loro progetto "Kind of Bill", omaggio al grande pianista jazz Bill Evans. L'omaggio, non include solamente composizioni di Bill, ma proporrà standard jazz che sotto le dita di Moroni si trasformeranno in brani nuovi e originali, oltre ad assistere alla rara possibilità di ascoltare live le composizioni di tre artisti che hanno fatto la storia della musica jazz nazionale e internazionale.

Il programma prosegue venerdì 14 luglio con il trio Detto, Ricci e Arco, ove melodia e cantabilità sono componenti essenziali della musica di Marco Detto, con una miscela sonora di pianismo fluido, essenziale, semplice nell'espressione, ma con una costruzione più complessa fra pianoforte, basso e batteria.

Lunedì 17 luglio altro trio, con il concerto di Cappelletti, Di Castri e Monico. Questo tipo di formazione ha infatti accompagnato Arrigo Cappelletti lungo tutto la sua storia musicale, che negli anni ha anche messo a confronto il suo jazz con musiche "altre", dal tango argentino (è stato tra i precursori del tango-jazz in Italia) al fado portoghese, dal lied romantico e novecentesco all'avanguardia "colta" e ultimamente all' Africa di Abdullah Ibrahim. In quest'occasione il pianista Arrigo Cappelletti si presenta in compagnia di due celebri musicisti, il contrabbassista Furio Di Castri e il batterista Filippo Monico.

Giovedì 27 luglio "Peter Erskine and the Dr.UM Band", che vedrà live alla batteria il celebre Peter Erskine, icona del jazz mondiale, che ha scritto pagine di storia musicale con gli storici gruppi Weather Report, Steps Ahead e collaborazioni che si sono susseguite nel corso degli anni, nutrite da altrettanti nomi fondamentali del panorama musicale: gli Steely Dan, Chick Corea, Diana Krall, Pat Metheny e una serie infinita di Big Band. Ad accompagnare Erskine, altri grandissimi come John Beasley al pianoforte, Benjamin Shepherd al basso e Bob Sheppard al sassofono con il progetto "Dr. UM", titolo del cd uscito per la Fuzzy Music, acclamato dalla critica mondiale, in cui Erskine esplora le sonorità R&B e Fusion.

Nata come iniziativa che vuol essere allo stesso tempo culturale, formativa e turisticamente attrattiva, la rassegna del Lecco Jazz Festival 2017 prevede anche momenti didattici e laboratori dedicati al Maestro Gaslini e alla musica Jazz.
Sabato 29 e domenica 30 luglio con il progetto "Suonami - Pianoforti in Piazza" verranno posizionati 6 pianoforti in alcuni angoli della città e messi a disposizione di chiunque per suonare in piena libertà dalle ore 10 alle ore 19, mentre domenica 30 luglio alle 18, in collaborazione con l'Associazione Cielivibranti, sarà l'occasione per assistere ad un "Reading musicale Storia del Jazz".

TUTTI GLI EVENTI SONO A INGRESSO LIBERO.

A settembre il Festival proseguirà con il "Lecco Jazz OFF Festival  - Suoni sui confini, itinerari non ortodossi sulle tracce di Giorgio Gaslini" con altri due appuntamenti.
In collaborazione con CRAMS (centro ricerca arte musica spettacolo) e CEPI (centro europeo per l'improvvisazione)

Giovedì 14 settembre alle 21 presso il Circolo Libero Pensiero, Roberto Dani (batterista percussionista) incontra Luca Pedeferri Contemporary Project.
Percorso di ricerca sul tema della "Forma".

Sabato 16 settembre alle 21 presso il CRAMS, Francesco Zago (chitarra elettrica) – Laboratorio di improvvisazione e Musica contemporanea.

Informazioni:

Comune di Lecco
Servizio Turismo e Cultura
Tel. 0341.271874 – 03741.271870
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.