Contenuto principale

Rancio Superiore

Santuario di Santa Maria Gloriosa

Santuario di Santa Maria Gloriosa - interno

Non si conosce l'epoca esatta della fondazione della parrocchiale, di cui si hanno le prime attestazioni a partire dal 1455.

Dal 1640 divenne la chiesa parrocchiale di Rancio.

Il XVII secolo fu il momento fondamentale per il raggiungimento dell'attuale aspetto, sia interno che esterno, dell'edificio e di tutte le sue pertinenze tra cui le cappelle, l'ossario e il campanile. 

Preziosi e storicamente rilevanti sono molti degli arrendi e degli elementi decorativi che si trovano all'interno, tra cui una statua tardobarocca in legno intagliato, dipinto e dorato, della Madonna con Bambino e un crocifisso d'aspetto cinquecentesco.

D'ignota provenienza è un'icona raffigurante la Madonna Odigitria su sfondo dorato, forse quattrocentesca. 

Nel 1828, Giuseppe Bovara progettò il nuovo l'altare maggiore con tempietto e angeli adoratori. 

Un nuovo intervento decorativo interessò la chiesa nel XX secolo con dipinti murali sulla volta e la pala dedicata al beato Giovanni Mazzucconi. 

In questo luogo il paesaggio e l'architettura del santuario si fondono presentando un'unicità scenografica, determinata anche dall'ampia scalinata che accede alla chiesa, dal cui sagrato si apre una delle più complete e suggestive viste panoramiche della città, del lago e delle montagne.

  

Flag of the United Kingdom.svg     Rancio Superiore – Santuario di Santa Maria Gloriosa


The exact age of its foundation is unknown, but the first evidence dates back to 1455.

The landscape and the architecture of this place merge in a unique setting.

The present appearance of the building, the chapels, the ossuary and the bell tower were reached in the 17th century.

From the church you can see one of the most striking views of the city.