Contenuto principale

Laorca

Cimitero e Chiesa di San Giovanni Battista

A. Cesana, Cimitero di Laorca

 

Suggestivamente collocato in un contesto geologicamente affascinante, ai piedi della Corna Medale, tra grotte, anfratti e singolari conglomerati calcarei, il cimitero di Laorca è stato incluso, insieme a quello Monumentale, nella Route of European Cemeteries per le sue straordinarie caratteristiche paesaggistiche.

Di rilievo l'architettura tardo-liberty del monumento Falck (1922), le edicole private Redaelli (1903-1908), Bolis (1914) e quelle sul terrazzamento inferiore (1930). 

Il cimitero comprende anche una Via Crucis, realizzata nel 1765 e restaurata dal pittore Luigi Tagliaferri tra la fine del XIX e i primi del XX secolo.

Tra il 1985 e il 1989, il pittore Paolo Gerosa, detto "Paulo", dipinse delle nuove immagini per le cappelle con un linguaggio contemporaneo, ricostruite secondo uno stile neoromanico, utilizzando mattoni sulle precedenti fondazioni in pietra. 

Al complesso appartengono anche la panoramica cappella della Madonna di Lourdes e la grotta di San Giovanni, alle cui acque la tradizione popolare attribuiva proprietà miracolose.

Di notevole interesse sono anche lo Scurolo, rifugio del venerato eremita Giovanni, dove oggi sono raccolti numerosi ex voto e la Chiesa di San Giovanni Battista, detta anche "ai Morti".

È questo uno degli edifici sacri più antichi di Lecco, le cui prime attestazioni risalgono al 1289.

L'interno, a navata unica, più volte rimaneggiato, è riccamente decorato con affreschi del 1578 e stucchi, collocati sull'arco trionfale e nell'abside, datati al 1638.

L'ossario, costruito nel 1649 per riporvi i morti della grande peste, fu poi incorporato nella chiesa nel corso degli ampliamenti del 1846 e riconvertito quale memoriale dei caduti della Prima guerra mondiale.

 

Flag of the United Kingdom.svg    Laorca – Cemetery and Church of Saint John the Baptist


This cemetery is suggestively placed among caves, ravines and unique calcarous conglomerates, it has been included in the European Route of Cemeteries.

The complex also includes the panoramic chapel of the Lady of Lourdes, the Saint John grotto and the Church of Saint John the Baptist, also called "to the Dead", one of the oldest holy buildings of Lecco.

The interior is richly decorated with frescoes dating back to the 16th century and with stucco from the 17th century.