Contenuto principale

Maggianico

 Villa Gomes


Progettata dall'architetto Attilio Bolla nel 1880, è forse uno dei luoghi più evocativi della Scapigliatura milanese che scelse il quartiere di Maggianico come zona di riposo e delizia, grazie alla presenza di acque termali. 

La villa fu la residenza del compositore e musicista brasiliano Carlos Gomes (1836-1896) che giunse in Italia dopo essersi aggiudicato una borsa di studio per proseguire gli studi al Conservatorio di Milano.

Qui si radunavano poeti e musicisti, quali Antonio Ghislanzoni, Amilcare Ponchielli ed Enrico Petrella che condividevano momenti creativi e di diletto.

A causa dei forti debiti contratti dal compositore, la villa venne ceduta nel 1887 alle banche creditrici e poi a privati. 

Acquisita nel 1984 dal Comune di Lecco, è sede della Scuola Civica di Musica. 

La villa, realizzata in stile eclettico, è rimasta sostanzialmente invariata nella struttura architettonica e decorativa, con i fregi esterni e gli affreschi che rappresentano temi musicali.

Il grande giardino, un tempo ricco di essenze e animali esotici che ricreavano il paesaggio tropicale tanto caro e familiare a Gomes, ha purtroppo subito numerosi rimaneggiamenti.

 

Flag of the United Kingdom.svg    Maggianico – Villa Gomes

The villa was designed by the architect Attilio Bolla in 1880; it is perhaps one of the most evocative places of the Scapigliatura Milanese (Italian bohemian movement), which chose the district of Maggianico as a place of rest thanks to the presence of thermal waters.

The villa was the residence of the Brazilian composer and musician Carlo Gomes.

Poets and musicians such as Antonio Ghislanzoni, Amilcare Ponchielli and Enrico Petrella used to gather here.

Since 1984 it has become the Civic School of Music.