Contenuto principale

Messaggio di avviso

Su quali immobili si applica e con quale aliquota:

Aliquota TASI 0,32% per fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati a condizione che, a pena di decadenza, venga presentata la dichiarazione ministeriale entro il 31 dicembre dell'anno successivo.
 
Aliquota TASI 0,1% per i fabbricati rurali ad uso strumentale a condizione che venga presentata la dichiarazione ministeriale entro il 31 dicembre dell'anno successivo.

- Deliberazione C.C. n. 7/2016 maggiorazione TASI
- Deliberazione C.C. n. 5/2019 di conferma aliquote per l'anno 2019 

Chi la paga:

Il proprietario ovvero il titolare di altri diritti reali.

Come si calcola:

La rendita catastale del fabbricato deve essere rivalutata del 5%;
l'importo rivalutato deve essere moltiplicato per:
- 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (escluso A/10) e per i fabbricati classificati nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7;
- 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4, C/5;
- 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale A/10 e D/5;
- 65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D (eccetto categoria D/5);
- 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C1.

Effettua il calcolo

Non si applica su:

Non deve invece essere versata la TASI sull'abitazione principale, sulle fattispecie assimilate ai fini IMU all'abitazione principale e sugli altri immobili che rimangono soggetti alla disciplina dell'IMU (ad esempio: fabbricati locati, ceduti in comodato o tenuti a disposizione, terreni, aree fabbricabili).

- Quando e come si paga la TASI
- Cos'è la TASI: Informativa e Regolamento

Per ulteriori informazioni: Tributi