Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

torrente

 

Polizia Idraulica sul Reticolo Idrico Minore

L'attività di Polizia Idraulica consiste nel controllo degli interventi di gestione e trasformazione del demanio idrico e del suolo in fregio ai corsi d'acqua, con lo scopo, tra gli altri, di:

  • ridurre il rischio idraulico e idrogeologico salvaguardando le aree di espansione dei corsi d'acqua;
  • riequilibrare il territorio ed il suo utilizzo nel rispetto del suo stato, della sua tendenza evolutiva e delle sue potenzialità d'uso e di fruizione;
  • individuare, salvaguardare e valorizzare le fasce di rispetto in base alle caratteristiche idrauliche, geomorfologiche, naturalistico–ambientali.

L'attività di Polizia Idraulica è disciplinata dal Comune di Lecco con proprio " pdf Regolamento di Polizia Idraulica sul reticolo idrico minore (333 KB) "(.pdf 341 kb), approvato con D.C.C. n. 34 del 15/06/2009 e pubblicato sul B.U.R.L. n. 33 del 19/08/2009, nel quale vengono definite le attività vietate (Art. 7) e quelle assentibili previa verifica di compatibilità idraulica (Art. 8, 9).

L'Amministrazione Comunale ha redatto altresì l' pdf allegato tecnico al Regolamento (258 KB) "Indirizzi per la progettazione e realizzazione di opere ed interventi in alveo e nella fascia di asservimento idraulico dei corsi d'acqua del reticolo idrico minore - linee guida" (.pdf 265 kb) con lo scopo di fornire degli indirizzi per la realizzazione delle opere ed interventi di cui agli art. 8-9 del Regolamento.

Tale strumento è da considerarsi quale linea guida per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale in linea con le aspettative di cui all'Art.1 del Regolamento e con i principi e criteri propri della Riqualificazione Fluviale (RF).

Ai sensi del Regolamento, devono rivolgersi al Servizio Demanio Idrico e Lacuale tutti coloro che intendono realizzare opere o effettuare interventi in alveo e/o nella fascia di rispetto dei corsi d'acqua definita come da art. 2, lett. h del Regolamento.
In particolare, la fascia di rispetto è pari a:

  • 10.00 m per i tratti a cielo aperto e 4.00 m per i tratti intubati dei Torrenti Caldone, Bione e Gerenzone;
  • 4.00 m per tutti gli altri corsi d'acqua mappati (tratti sia a cielo aperto che intubati).

Modulistica

A seconda del tipo di intervento/opera da realizzare dovrà essere presentata domanda al Servizio Demanio Idrico e Lacuale, con la modulistica specifica (scaricabile qui di seguito) da presentare in marca da bollo da € 16,00:

Richiesta di accesso a documenti amministrativi

Il diritto di accesso agli atti amministrativi è un diritto riconosciuto al cittadino in funzione dei rapporti con lo Stato e la Pubblica amministrazione, per garantire la trasparenza di quest'ultima.

Per accedere ai moduli di accesso agli atti vai alla pagina dedicata.

Normativa di riferimento

Nella presente sezione è possibile scaricare la normativa di riferimento per l'attività di Polizia Idraulica sul Reticolo Idrico Minore.
In particolare:

Tavole di individuazione