Contenuto principale

Marcinelle (Belgio): 8 agosto 1956 8 agosto 2017: 61° anniversario della tragedia

Su invito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, aderiamo alla "Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo", istituita nel 2001 in memoria della tragedia di Marcinelle, ricordando tutti i connazionali caduti sul lavoro in Patria e all'estero dove hanno testimoniato, con il loro sacrificio, la dedizione e l'impegno profusi.

L'8 agosto 1956 in Belgio avvenne una tragedia senza precedenti. Un incendio, scoppiato in uno dei pozzi della miniera di carbon fossile di Bois du Cazier, causò la morte di 262 persone di dodici diverse nazionalità: 136 minatori erano italiani. Rimasero senza via di scampo, soffocati dall'ossido di carbonio e braccati dalle fiamme.

Le operazioni di salvataggio furono disperate fino al 23 agosto, quando uno dei soccorritori diede l'annuncio, in italiano: "Tutti cadaveri"... Il 22 marzo del 1957 vennero portati in superficie gli ultimi corpi. Era una geografia del disastro italiano: dell'Abruzzo 60 morti, Puglia 22, Marche 12, Friuli 27, Molise 7, Sicilia 5.

40 le bare che ritornarono in Italia, 22 solo a Manoppello, un piccolo paese abruzzese in provincia di Chieti, il più colpito dei paesi "protagonisti" dell'emigrazione italiana....


Per saperne di più: 

- link alla puntata del programma RAI "La storia siamo noi: Marcinelle - Memorie dal sottosuolo" dell'agosto 2013

- libri:

La catastròfa. Marcinelle 8 agosto 1956, di Paolo Di Stefano - Sellerio editore, 2011

Marcinelle,1956. Quando la vita valeva meno del carbone, di Toni Ricciardi - Donzelli, 2016